21 gen 2013

Ricerche nel sottosuolo di Marte per trovare l'acqua

 (Ign) - Segni di vita su Marte si potrebbero trovare nel sottosuolo. Lo afferma uno studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience e condotto da un gruppo di ricerca coordinato dal britannico Joseph Michalski, dell'Istituto di Scienze Planetarie di Tucson, in Arizona, e del Museo di Storia Naturale di Londra.

Il satellite della Nasa Mars Reconnaissance Orbiter (Mro), che scandaglia incessantemente la superficie marziana in cerca di tracce di acqua e di indizi interessanti sulla presenza di materiali organici, ha infatti scoperto che nelle profondità sotterranee del pianeta rosso poteva esserci un habitat consono alla vita.
A quanto pare il cratere marziano McLaughlin, largo 92 chilometri e profondo 2,2 km, conteneva una volta un lago creato dalla risalita delle acque sotterranee. A dimostrarlo i depositi di argille ricche di magnesio, ferro e minerali di carbonato che si formano solo in presenza di acqua. McLaughlin, che si trova nella parte bassa di un pendio di diverse centinaia di chilometri posto sul lato occidentale della regione Arabia di Marte, non ha canali di afflusso di grandi dimensioni, ma canali di piccole dimensioni situati alla fine del cratere vicino ad un livello che avrebbe segnato la superficie di un lago.
Queste nuove osservazioni suggeriscono la formazione dei carbonati e argilla in un lago alimentato da acqua sotterranea all’interno dal bacino chiuso del cratere. Secondo alcuni ricercatori l’interno del cratere e la regione sotterranea dalla quale proveniva l’acqua hanno creato ambienti umidi potenzialmente in grado d’ospitare forme di vita.
“Nel loro insieme, le osservazioni del cratere McLaughlin forniscono la migliore prova del fatto che il carbonato non sia giunto dall’esterno, bensì che si sia formato all’interno dell’ambiente lacustre”, spiega Joseph Michalski, per il quale "la crosta profonda è sempre stato il luogo più abitabile di Marte, e sarebbe il giusto posto per la ricerca di prove per i processi organici nel futuro". La caccia alla vita aliena si sposta dunque dalla superficie al sottosuolo marziano.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...