21 dic 2010

Eclissi di luna nel solstizio invernale

Settantadue minuti. Tanto è durata l'eclissi totale di luna che, 400 anni dopo, è coincisa nuovamente con il solstizio d'inverno. 
 L'evento astronomico è stato visibile agli osservatori di tutto il Nord America (anche se, in realtà, per alcuni Stati occidentali è iniziato nella tarda serata del 20 dicembre), Groenlandia e Islanda. In totale l'eclissi è durata circa 3 ore e 28 minuti, ma l'ombra della Terra ha coperto completamente la Luna solo per 72 primi.
La coincidenza del solstizio con l'eclissi ha fatto sì che la Luna fosse molto alta nel cielo notturno, visto che l'inizio dell'inverno segna il momento in cui l'asse di rotazione della Terra raggiunge il punto più lontano dal Sole.

Un'eclissi lunare si verifica quando la Terra si trova tra la Luna e il Sole, i cui raggi vengono 'bloccati' dal nostro pianeta gettando sulla superficie del satellite un'ombra. Quanto più ci muoviamo, tanto più varia la sfumatura proiettata della Terra: così la Luna cambia colore e, come accaduto questa notte, le sue tonalità passano dal grigio all'arancione per arrivare fino al rosso.

Questa è stata l'ultima eclisse lunare del 2010. L'evento astronomico è iniziato all'1:33 a.m. negli Usa (le 5:33 secondo l'UT-Universal Time, ovvero la misura di tempo che approssima il moto medio diurno del Sole e coincide con il meridiano che passa per Greenwich) e ha raggiunto il suo massimo alle 3:17 a.m. per concludersi dopo le 5:01 quando, infine, la Terra è uscita dalla linea di eclissi.
http://www.adnkronos.com

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...