01 ott 2010

Gliese 581g è il pianeta che potrebbe ospitare la vita

Si chiama Gliese 581g dista da noi 'soltanto' 20 anni luce ed è il primo pianeta più simile alla Terra mai individuato.
La scoperta, pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal, si deve a un gruppo di ricerca coordinato da università della California a Santa Cruz e Carnegie Institution di Washington. Si tratta, sottolineano gli autori del primo "forte caso" di un pianeta potenzialmente abitabile che vuol dire in grado di sostenere la vita, anche se diversa da quella che noi conosciamo.
L'abitabilità dipende da molti fattori, spiegano gli esperti, ma l'acqua allo stato liquido e la presenza di un'atmosfera sono fra i più importanti. Scoperto grazie al Keck Observatory nelle Hawaii Gliese 581g orbita a una distanza dalla sua stella madre dove riceve la giusta energia per sostenere eventuale acqua allo stato liquido. Inoltre la sua forza di gravità, simile a quella terrestre, rende possibile anche la presenza di un'atmosfera.
Gliese 581g fa parte di una famiglia planetaria di sei pianeti (quattro dei quali già noti e il quinto scoperto in contemporanea a quello descritto sull'Astrophysical Journal) che orbitano intorno a una stella molto simile al Sole, la nana rossa Gliese 581 situata nella Via Lattea, nella costellazione della Libra. Ma il più interessante è Gliese 581g che con una massa compresa fra 3,1 e 4,3 masse della Terra e un raggio stimato fra 1,2 e 1,5 raggi terrestri è probabilmente roccioso e molto simile al nostro pianeta.
Questo nuovo mondo extrasolare ha un'orbita circolare di 36,6 giorni e le sue temperature medie di superficie sono comprese fra -31 gradi e -12 gradi. Dal momento che il pianeta rivolge sempre la stessa faccia alla sua stella, un lato è perennemente illuminato e più caldo, l'altro sempre buio e più freddo.

http://notizie.tiscali.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...